Photogallery

 

La Fondazione italiana Charlemagne a finalità umanitarie onlus è un ente di erogazione senza scopo di lucro, autonomo e aconfessionale.

Nasce nel 1998 per iniziativa di privati, nell'intento di estendere la solidarietà sociale ad un sistema condiviso di risorse, mezzi e pensieri. Essa agisce in sinergia con le organizzazioni che si impegnano per garantire la piena dignità della persona.

Si avvale di un Ufficio Tecnico di Valutazione che estende i propri servizi anche ad altri enti che decidono di affidarsi alle competenze della Fondazione per le proprie scelte erogative.

 

L'approfondimento

l'associazione kim denuncia la morte di una bambina

Questo mese la Fondazione ha scelto di pubblicare la denuncia dell’Associazione di volontariato KIM Onlus, con l’auspicio che venga al più presto ripristinata la delibera regionale che consentiva le cure in Italia di bambini stranieri gravemente malati, provenienti da Paesi in cui le strutture sanitarie non consentono interventi terapeutici adeguati.

marchio-kim2.jpg

L'Associazione KIM Onlus denuncia la morte della piccola Tuana, kosovara, di soli 6 mesi. L'Ospedale Bambino Gesù di Roma avrebbe avuto la possibilità di salvarla.
Ma la Regione Lazio non ha voluto “trovare” 48mila euro

Questa lettera è per denunciare la morte di una bimba, Tuana, nata in Kosovo, nel luglio 2013, con una grave malformazione cardiaca. Tuana avrebbe potuto salvarsi se solo fosse stato possibile portarla in Italia, dove l’Ospedale Bambino Gesù di Roma era pronto ad accoglierla. Occorrevano però 48mila euro per pagare le sue cure. Dopo vane promesse d’impegno a cercare una soluzione da parte della Regione Lazio, l’Associazione Kim onlus, che da più di 16 anni interviene a sostegno di minori gravemente ammalati, che vivono in condizioni di disagio economico e sociale e che provengono per lo più da Paesi le cui strutture sanitarie non consentono interventi terapeutici adeguati, era riuscita a reperire, attraverso donazioni private, quanto necessario per il ricovero. In tal modo sarebbe stato possibile per Tuana venire regolarmente a Roma con un visto per motivi sanitari.
Ma, a quel punto, il 10 gennaio scorso, la piccola Tuana non c’era più…

Questa lettera aperta, che l’Associazione Kim onlus ha deciso di indirizzare ai due esponenti politici che ritiene responsabili indirettamente della triste sorte di Tuana, (l’attuale Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il suo predecessore, l’onorevole Renata Polverini), e che viene inviata per conoscenza (e nella speranza vogliano intervenire per evitare che anche nel futuro possano verificarsi situazioni analoghe) alle massime cariche dello Stato, vuole essere un grido di denuncia per quella che è una barbarie: l’incapacità da parte di un Paese “civile” quale il nostro, che ha ratificato la Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia, di sottrarre a morte certa una bambina che risiedeva a solo un’ora di volo da Roma. 

Leggi l'appello completo

LE NEWS

 

LUMSA, 6 maggio 2014: Convegno di Studi "Quale diritto per un'economia sociale?"


Jean Vanier, fondatore della comunità cattolica l'Arca: "Solo uniti salveremo il mondo"


Italiaromanì. L'inclusione dei rom e dei sinti in Italia. Quale strategia?


MEDU: Accoglienza dei lavoratori stagionali. Rosarno e la Piana di Gioia Tauro sono rimasti soli


Centro Binario 95 e Help Center: viaggio tra chi ha trovato un rifugio a Termini


La Direttrice della Club House di Firenze, Costanza Pecori Giraldi, racconta cos'è Progetto Itaca


Fiducia e nuove risorse per la crescita del terzo settore: un appello aperto per guardare oltre la crisi


"Ricci, limoni e caffettiere. Piccoli strategemmi di una vita ristretta". Un manuale nato all'interno della Casa Circondariale femminile di Rebibbia


Segregare costa: la spesa per i "campi nomadi" a Napoli, Roma e Milano


Ride the jungle con Bike95: il primo bike rental sociale di Roma


Università Roma 3: Laboratorio di teoria e pratica di diritti


Fondazione Domus de Luna di Cagliari presenta l'iniziativa "Un giorno migliore sarà"


Senza corruzione Riparte il Futuro: campagna per chiedere al Parlamento di rafforzare la legge anticorruzione


ASGI "Senza distinzioni": mettere a nudo le discriminazioni istituzionali


"Illuminiano la salute - Per non cadere nella ragnatela dell'illegalità": rapporto realizzato da Libera, Avviso Pubblico, Coripe e Gruppo Abele


Mai più zitti: al via la campagna informativa sui CIE di Tenda per la Pace e i Diritti


Centro Astalli, nota alla stampa: Lo Stato salda i debiti della pubblica amministrazione con i fondi 8 per mille


LasciateCIEntrare: Campagna nazionale contro la detenzione amministrativa dei migranti


Scorri Scorri

 

 

Fondazione Italiana Charlemagne a finalità umanitarie – Onlus
Codice Fiscale 97155040583