Photogallery

La Clinica Legale dell’immigrazione e della cittadinanza, attiva a Roma dal 2012 e ispirata alle legal clinic presenti nelle facoltà di legge degli Stati Uniti, si propone di continuare a offrire un servizio gratuito e qualificato di orientamento ai diritti e di consulenza legale a migranti e richiedenti asilo, presenti sul territorio, nonché a numerose associazioni operanti sia nell'area cittadina che su scala più ampia. L’attività della Clinica è finalizzata a tutelare i diritti dei migranti e a garantire un accesso universale alla giustizia. Le principali attività del progetto, coordinato dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma Tre e dall’associazione Di.Fro, consistono nella gestione di uno sportello di consulenza legale aperto al pubblico e in un corso universitario a questo collegato. L’utenza dello sportello è progressivamente cresciuta fino ad arrivare a 200 utenti l’anno.
A tali attività l’Associazione Di.Fro, in partenariato con il Dipartimento di Giurisprudenza, affiancherà servizi volti a rimuovere i principali ostacoli che incontrano richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale nell’accesso alla giustizia e volti all’elaborazione e raccolta di buone pratiche per superarli.
Per avere un’idea concreta dell’impatto del lavoro svolto dalla clinica legale,
è importante sottolineare che dal settembre 2014 sono stati proposti 70 ricorsi per la protezione internazionale, dei quali circa cinquanta sono al momento pendenti, mentre tutti quelli decisi hanno avuto un esito favorevole. I ricorsi sono tutti stati redatti con l'attiva partecipazione degli studenti che hanno svolto un ruolo fondamentale nella raccolta delle informazioni necessarie a integrare i motivi dei ricorsi.  

La Fondazione Charlemagne sostiene la Clinica Legale dal 2012.

Link al sito della Clinica Legale