Photogallery

progetto "diritti in carcere" - antigone, per i diritti e le garanzie del sistema penale

Con il progetto DIRITTI IN CARCERE Antigone ha attivato a partire dal 18febbraio 2015 uno sportello di informazione legale a Regina Coeli. L'apertura dello sportello è stata preceduta da un protocollo siglato tra l’Amministrazione penitenziaria, il Dipartimento di Giurisprudenza di Roma Tre e l’associazione Antigone. Nel protocollo sono stati definiti l’ambito di operatività dello sportello, lo spazio fisico a disposizione, il contributo della direzione del carcere in termini di facilitazione del servizio.

Lo sportello ha sia un front office che un back office. Il front office prevede la presenza attiva in carcere degli operatori per almeno un giorno a settimana. I detenuti, appositamente informati, fanno domanda per poter fruire del servizio di informazione. Ogni giovane studente, nel lavoro di front office, è sempre affiancato da un senior, più esperto in questioni penitenziarie.

Il front office è quindi a regina Coeli. Il back office in Dipartimento a Roma Tre. Tutti i temi sollevati durante il lavoro di front office, se non hanno una risposta immediata, sono discussi collettivamente nel back office. Ci sono anche medici e avvocati da consultare e coinvolgere nel caso sia necessario.

I principali ambiti di interessamento dello sportello sono: condizioni di dentenzione e salute.

Questo progetto si inserisce - per la Fondazione Charlemagne - in un percorso di attenzione e spazio sempre crescenti a interventi dedicati all'ambito della detenzione.

 

Per saperne di più, visita il sito di Diritti in Carcere

ANTIGONE, per i diritti e le garanzie del sistema penale